News

Yassmin Abdel-Magied continua la conversazione

Yassmin Abdel-Magied

Yassmin Abdel-Magied, sempre studentessa e sempre desiderosa di imparare, indaga i temi della resistenza, della trasformazione e della rivoluzione nel suo nuovo libro Parliamo di una rivoluzione che chiede acutamente come possiamo costruire un mondo migliore per tutti noi?

Yassmin Abdel-Magied, fan confessato di Dr. Who e sostenitore del cambiamento, è uno dei giovani pensatori più brillanti e discussi della generazione Y e non è estraneo a una conversazione controversa.

Dopo aver avviato una delle conversazioni più importanti del 2017, dopo aver twittato 'Lest. Noi. Dimenticare. (Manus, Nauru, Siria, Palestina)' il giorno dell'ANZAC, la sua vita di presentatrice e scrittrice per i media in Australia ha preso una svolta molto diversa. Pesantemente criticata per il suo incarico, che in seguito ha ritirato e per cui si è scusata, Abdel-Magied è stata chiusa, non lasciando spazio alla discussione – se così si può chiamare – ed è stata trattata come se sfidasse lo status quo e inavvertitamente spingendo i confini di altri il senso di diritto, privilegio e status era un reato nazionale.

Con una carriera in rovina, politici che chiedevano la sua deportazione e minacce di morte che arrivavano duramente e velocemente, Abdel Magied ha preso la decisione di lasciare l'Australia (anche se con il cuore spezzato) e accettare l'invito degli amici a vivere e iniziare la sua vita da graffiare nel Regno Unito. Un paese che le ha offerto un po' di pace e dove ha trovato accettazione, amore e chiarezza. 

Dalla sua nuova casa in Europa, e srimanendo fedele alle sue radici sociopolitiche e ingegneristiche, Abdel-Magied esplora l'equilibrio tra sostenibilità, convenienza e affidabilità nel suo nuovo libro Parliamo di una rivoluzione (Pinguino). Tutto in nome di mantenere la conversazione dove conta di più.

yassmin abdel magied intervista

Contento: Ehi Yassmin, grazie per aver chattato con noi, cosa fai oggi?

Yasmin: Oggi ho trascorso una giornata ideale, che è un mix di lavoro e piacere! Mi sono svegliato presto e mi sono diretto fuori città per il mio hobby preferito: una passeggiata a cavallo! Oggi ho guidato Bengi, che richiede una mano forte, ma sono riuscito a godermi alcuni adorabili galoppo sotto un cielo londinese insolitamente soleggiato. Sono tornato a casa, ho ricevuto alcune chiamate zoom e poi si sono sistemati per il pomeriggio per iniziare a lavorare alla recensione di un libro che sto scrivendo. C'era anche un bel po' di attività sui social media / procrastinazione nel mezzo... ma nessuno deve saperlo! :P  

Contento: Raccontaci della tua periferia, cosa ami/non ami del luogo in cui vivi?

Yasmin: Amo dove vivo. È una zona super musulmana, proprio vicino a una moschea, e ogni tanto sento l'Athan (chiamata alla preghiera) entrare dalla mia finestra. Ci sono ristoranti halal, punti di ristoro e quello che gli inglesi chiamano "offies" (un negozio all'angolo che a volte non è all'angolo) in quasi ogni centimetro della strada, il che significa che non ho mai bisogno di viaggiare lontano per uno spuntino, e la metropolitana è a pochi passi. È adiacente alla gentrificazione, ma non ancora immersa in essa. Proprio come piace a me! 

Contento: Descrivi la tua giornata lavorativa media? 

Yasmin: Come tanti scrittori autonomi, non esiste una tipica giornata lavorativa, ma invece stagioni lavorative. Se sono in una stagione di "creazione", evito le attività sociali e le chiamate di lavoro, e cerco di passare una mattinata tranquilla, gingillandomi con il caffè prima di piantare la schiena davanti al computer per tutte le ore che mi ci vogliono per colpire il conteggio delle parole per il giorno. Se sono nella fase di "promozione", come lo sono in questo momento, è molto più caotico: svolazzare per la città, in riunioni, caffè e interviste, "fare rete strategicamente" e mettere via goffamente la mia autocoscienza mentre provo a maneggiare la mia merce (!!). Poi c'è la stagione del 'recupero', dove cerco di fare il meno possibile. Abbiamo tutti bisogno di riposo! 

Contento: E il tuo ultimo giorno?

Yasmin: Una mattinata di attività (una passeggiata a cavallo, una bicicletta), un caffè con uno o due amici, un paio di riunioni produttive, qualche ora di "lavoro profondo" (scrivere, leggere, creare), e poi una sorta di attività educativa sociale o culturale (uno spettacolo teatrale, una conferenza) al calar del sole. Cena tra amici, magari una puntata di qualcosa di leggero e divertente prima di andare a letto, e poi dormire! Sono una donna dai piaceri semplici. 

Contento: Se ti pagassimo $ 500,000 per questa intervista cosa faresti con i soldi?

Yasmin: Hmm! Bene, come qualsiasi ingegnere diventato scrittore degno di nota, ho una serie di opzioni diverse tra cui spenderei un po' di tempo a scegliere: 

Primo scenario: darei un pezzo ai genitori. In silenzio, ovviamente, perché farebbero sicuramente storie su qualsiasi cosa ritengano un regalo troppo audace. Metti un mucchio nella mia pensione / pensione, perché questa vita da freelance non tratta gentilmente quel fondo, dona una percentuale ad alcune organizzazioni che lavorano con donne e generi emarginati che scappano o si stanno riprendendo dalla violenza domestica e sicuramente, sicuramente, prenota una vacanza. Preferibilmente in un posto caldo, dove posso fare un dolce viaggio on the road! 

Secondo scenario: comprare una casa in campagna e trasformarla in una comune di scrittrici, eheh, dove le donne possono venire, stare e scrivere gratis! 

Terzo scenario: usalo come finanziamento iniziale per avviare quella società di media che ho sempre sognato di fondare... (Ci ho provato dopo essermi trasferito a Londra nel 2018, ma non ha funzionato del tutto. 500 potrebbero essere sufficienti per il secondo round!) Allora, dove devo inviare la fattura? 

parlando di rivoluzione
Credito: Pinguino

Contento: Quale libro stai leggendo attualmente?

Yasmin: Ho appena finito quello di Omar Sakr Figlio del peccato, e ho preso quella di David Graeber Lavori di merda che volevo leggere da un po'. La mia pila di TBR è significativa, quindi ho anche un sacco di cose buone davanti a me!

Contento: Qual era il tuo libro preferito crescendo?

Yasmin: Oh, ho adorato il Tamora Pierce Alanna: La prima avventura e quello intero Canzone della leonessa serie. Ha piantato in me la fantasia segreta di diventare un cavaliere! Servire quale re però, non lo so. Ero anche un grande fan di Alessio Cavaliere… grandi temi di avventura, fantasy e fantascienza nella mia lettura adolescenziale.

Contento: I primi tre libri?

Yasmin: No, vedi, questa è una domanda trabocchetto! Come si può chiedere a uno scrittore ea un lettore di sceglierne solo tre! 

Contento: Va bene allora, wQuale libro hai letto l'ultima volta che ti ha aperto gli occhi e la mente a una nuova prospettiva? 

Yasmin: mi sono davvero divertita Detransizione Bambino di Torrey Peters! Mi sentivo come una mosca sul muro in un mondo di cui sapevo così poco. Oscuramente divertente, onesto, stimolante – e durante la lettura, ho pensato – oh, questo non è stato scritto per me. io amato Quello. Assolutamente fantastico. 

Contento: Amiamo le biblioteche, nei tuoi viaggi ti sei imbattuto in una biblioteca che ti ha lasciato senza parole?

Yasmin: È barare se dico Biblioteca di Londra? Ero anche un grande fan della Biblioteca del Congresso di Washington DC, che ho visitato alcuni anni fa. Uno spazio straordinario, con un soffitto svettante e meravigliosamente dettagliato. Un forte consiglio se sei a Washington! 

Contento: La Biblioteca di Londra (di cui attualmente sei un amministratore) ha un libro raro che segretamente o meno segretamente brami? 

Yasmin: OThe London Library, è uno dei miei posti preferiti in città! Hmm. Se devo essere assolutamente onesto... la biblioteca ha un armadietto pieno di questi libri minuscoli e rari del 16° secolo che passo davanti ogni volta che visito, e anche se non so nemmeno se leggerei uno di questi 3 o 4 pollici miniature alte e secolari… non posso fare a meno di volerne una! 

Contento: La tua voce è molto importante in questo momento di cambiamento, e ci è piaciuto sentirti parlare al Sydney Writers Festival, a cui ti sei unito tramite il collegamento Video, il tema di quest'anno è stato particolarmente interessante, Cambia la mia mente. Qual è stata l'ultima cosa su cui hai cambiato idea?

Yasmin: Penso che negli ultimi anni ho imparato molto sulle esperienze e le prospettive delle persone non binarie e ho capito cosa significa sentire – profondamente e autenticamente – che il proprio sé più vero vive al di fuori del costrutto del genere binario. Attraverso la lettura e il dialogo con gli amici intimi, sono arrivato a capire che è il suo posto, piuttosto che un solo spazio di transizione, come l'avevo concepito in precedenza. Quindi forse potresti dire che ho cambiato idea sulla natura binaria del genere? Sto ancora imparando, ovviamente, e sono grato a tutti coloro che condividono modi che mi consentono di arrivare a una maggiore comprensione. 

Contento: Solo per divertimento, se avessi un elenco di libri per il primo appuntamento, quale sarebbe? 

Yasmin: Ah! Libri che stanno consigliando o libri che voglio che leggano? Probabilmente darei loro dei campanelli Tutto sull'amore per alcune indicazioni su come penso all'amore e alle relazioni, quella di Tayeb Salih La migrazione di una stagione al nord (per un po' di storia sudanese) e le mie memorie, quindi non devo spiegare così tanto!