interviste

Artista sull'intervista dell'artista: San Mei parla con Hatchie

Intervista a Hatchie

Hatchie ha recentemente pubblicato il suo nuovo album Dare via il mondo e San Mei ha lanciato il suo ultimo EP In Comes The World

I due si sono incontrati per una chiacchierata e non preoccupatevi, il crossover tematico è stato sicuramente menzionato.

San Mei e Hatchie si sono tuffati l'uno nella musica dell'altro e hanno parlato delle loro tecniche di scrittura e della loro crescita e parlano persino dei loro migliori musicisti da sogno se potessero prenotare qualcuno per aprire i loro spettacoli.

Nonostante siano state un po' confuse dal formato iniziale, queste due leggende assolute si sono piaciute e si sono colpite a vicenda con le loro ponderate domande sull'incredibile musica che hanno prodotto.

portello

SAN MEI: Ciao, sono San Mei e sono qui per parlare con Hatchie del suo prossimo album, Dare via il mondo. Sì. Ok, quindi comincerò con le mie domande. In primo luogo, stai montando un colpo dopo l'altro in questo momento? È ridicolo.

HATCHIE: Voglio dire, sai, abbiamo scelto i singoli per una ragione. Quindi penso che questi siano sicuramente i più simili e incisivi.

SAN MEI: Yeah Yeah. Quindi la mia prima domanda sul tuo album, mi è piaciuto molto il titolo. E mi chiedevo, come ha fatto Dare via il mondo diventare la title track?

HATCHIE: È stato dopo che avevo fatto tutto e stavo cercando di pensare al titolo. Immagino che con il primo disco, volevo davvero che l'album avesse un nome diverso dal nome di una canzone. Ma con questo, non mi importava molto di quello. E io ero tipo, sai, c'è un nome di traccia che si adatta all'intera faccenda nel suo insieme, quindi lo userò. E ho appena capito che quella canzone parla di vulnerabilità, ma avere una migliore comprensione di te stesso e imparare, immagino, a prenderti più cura del tuo cuore e dare via un po' di te stesso ma non tutto.

Così ho sentito che quel titolo si applicava davvero all'intero album nel suo insieme perché gran parte di esso riguarda come, trovare la tua sicurezza con il tipo di andare piano con quel processo. E anche riguardo al tipo, sì, immagino di nutrire il tuo cuore ed essere consapevole delle tue sensibilità e capire che va bene averle, devi solo stare attento con loro.

SAN MEI: Lo amo. È un messaggio così bello e immagino importante, ma adoro quella traccia, per me sembrava che avesse questa sensazione di fondo minacciosa in un modo davvero fantastico. Tipo, 'Oh, di cosa parla questa canzone?' Ero tipo, stai dicendo a qualcuno di non dare via troppo di se stesso? Ma un po' mi piace. È come un po' rimuginare e c'è come questa tensione. Lo rende più d'impatto. Immagino che quel messaggio...

HATCHIE: Sì, totalmente. Lo capisco. Sì. Voglio dire, grazie. Volevo davvero che questo fosse un po' più scuro e scavasse un po' più a fondo. Quindi sono contento che in qualche modo si realizzi, immagino.

SAN MEI: E con questo, ho questa domanda, avevi un'intenzione su come volevi che suonasse e sentisse l'album, come dal punto di vista sonoro e tematico e tutto ciò che stavi scrivendo o l'hai fatto proprio come il flusso come sarebbe andato, tipo, scorreva naturalmente?

HATCHIE: Era un po' di entrambi. Come se sapessi che volevo che fosse più un album che avesse senso da suonare su un palco davvero grande di fronte a un grande pubblico. Volevo quella sensazione, quella fretta che provi quando ci sono un sacco di persone che ti cantano la tua canzone in risposta. Volevo anche che fosse un po' più danzante e un po' più simile ad alta energia e ad alto numero di ottani in questo senso. Perché molte delle mie band preferite sono così. Quindi ero tipo, sai, voglio davvero ricreare quella sensazione per me stesso, perché stavo suonando molte ballate dal vivo, il che va bene, ma mi stavo riprendendo un po'. Quindi volevo esplorare qualcosa che fosse più eccitante per me in quel modo. Ma ci sono state alcune canzoni che sono andate a posto. Naturalmente, immagino perché era proprio quello che stava succedendo. E anche perché ho collaborato così tanto con Joe. Quindi alcune delle canzoni sono iniziate con lui questa volta. Quindi sì, un po' di entrambi.

SAN MEI: Quindi voi ragazzi lo producete principalmente insieme?

HATCHIE: Sì, lavoriamo insieme alle demo. E Joe ha sicuramente una mano migliore di me nella produzione. E poi consegniamo il demo a George che ha fatto questo album, ed è come un vero produttore. È a Denver. Ha lavorato con Japanese Breakfast e Tamarin, anche questo artista che amiamo davvero. Quindi si è davvero divertito come un tipo oscuro di suoni gotici.

SAN MEI: Sì. Amo quello che ho sentito finora. Il mix è fantastico. O si. Siamo fatti per fare a turno, mi dispiace.

HATCHIE: Non lo so. Questo è ciò che ho già visto in questo tipo di problemi. Quindi ho pensato che fosse così. Cambiare direzione. Ok, ahah, voglio davvero sapere, com'è il processo per te con la scrittura, in particolare per questo EP è stato diverso da prima? O è un po' sempre lo stesso?

SAN MEI: Era più o meno lo stesso, penso di averne di più... Ero molto forte nella direzione che volevo. E mi sentivo come se avessi preso un po' più di vantaggio in quel modo. Di solito, vado in studio con tipo, le demo di solito sono completamente arricchite come se le facessi a casa. E di solito usiamo alcuni dei miei steli ma poi, sì, tipo, ho lavorato principalmente su questo con Dawson.

HATCHIE: Oh, quindi, ma quindi gli piace, sai, il tipo di produzione esecutiva?

SAN MEI: Sì. Questa volta ho effettivamente registrato con il mio amico Mike McCartney, che è anche il mio batterista, produttore e cantautore. E sì, è stato molto collaborativo. Ed è stato semplicemente fantastico. Ho fatto la stessa cosa, ho usato molti dei miei standard. Ma mi piace solo avere qualcuno che, sì, ha un po' più di esperienza con la produzione. Ed è bello avere quel feedback da qualcuno, sai, assicurandosi di essere sulla strada giusta. E mi piace essere in grado di migliorare tutto ciò che posso. Quindi non sarò solo una testa troppo forte e dirò: 'No, sarà la mia strada'. Sai? Quindi, sì, è stato davvero divertente. Mi sentivo davvero orgoglioso di noi che eravamo tipo, questo non è per sminuire il suo lavoro. Ma per me, sono un ragazzino, come se gli venissero date le redini. E quindi sì, ha funzionato bene.

SAN MEI: Oh bene.

HATCHIE: Mi sembra divertente. Entrambi i nomi dei nostri EP hanno la parola "mondo".

SAN MEI:  Lo so! Mi è piaciuto come il tuo sia un po' l'opposto del mio come lo è il mio In Comes The World e il tuo lo è Dare via il mondo!

HATCHIE: È così bello. Come ti è venuto in mente quel titolo? È un testo?

SAN MEI: No. Quindi Michael in realtà mi ha mandato, è stato come ascoltare un podcast e alla fine c'erano solo questi piccoli frammenti di suoni fantastici. Ha appena sentito 'In viene il mondo' e, tipo, l'ha scritto e me l'ha mandato. Ero tipo, ah, questo riassume tutto. Ad esempio, stavo davvero lottando, perché non volevo dargli il nome di una canzone. E io ero tipo, 'Come posso riassumere l'argomento di tutte le canzoni?' Ed era così giusto, perché le canzoni sono state scritte in un momento in cui è come se, in un certo senso, ho sentito le sfide e la follia della vita un po' come se mi crollassero addosso tutte in una volta. A quel tempo, la mia vita era proprio come, oh, arriva il mondo. Quindi è stato davvero fantastico. Mi piace veramente. Come l'etichetta. Freddo. Sì.

HATCHIE: È un bel nome.

SAN MEI: Ho una domanda per te. Stai dicendo di avere quell'intenzione di rendere le canzoni adatte per gli stadi? È divertente che tu l'abbia detto, perché sento totalmente questo cambiamento con la tua nuova musica, questo senso di sicurezza e audacia. Viene davvero fuori, ma senza sforzo, non è come 'sono qui cercando di fare una dichiarazione', è solo come se 'sa cosa sta facendo. Sa dove vuole andare'. E sembra che tu non ti stia trattenendo, il che è proprio come, voglio dire, non che non tutto fosse forte prima. Ma è solo un po', penso che ti colpisca tutto in una volta in questo momento, come le tue immagini, il contenuto, i video, tutto è proprio come "eccomi". E `veramente forte. Lo senti o...

HATCHIE: Sicuramente, in un certo senso, lo sento ed è davvero quello che volevo trasmettere di sicuro. Penso, ad essere onesto, che sì, è così che mi sono sentito mentre scrivevo e registravo questo, e la cosa strana del pubblicare musica un anno o due dopo aver finito è che puoi sentirti completamente diverso. Quindi mi sento decisamente come se avessimo finito di mixarlo alla fine del 2020. Quindi è stato completamente mixato per un anno e mezzo. Da allora ho sicuramente sentito diversi cambiamenti in corso. E ad essere onesti, sento in qualche modo di essere regredito, ma a quel punto, mi sentivo davvero come se fossi super fiducioso su... o non era nemmeno necessariamente che mi sentissi super sicuro, ma mi sentivo come se fosse dietro l'angolo. Mi sentivo come se mi stessi avvicinando sempre di più a quella fiducia. Quindi ho pensato che se l'avessi scritto nell'album, mi avrebbe aiutato ad avere una solida comprensione della fiducia in cui ero, inseguendo così disperatamente per così tanto tempo. Quindi sì, decisamente.

SAN MEI: Immagino, poiché la stessa cosa è successa a me con questo EP, sono passati quasi due anni da quando è stato mixato. Ma mi chiedo per te, la mancanza di slancio, quando ti senti così bene, ispirato e sicuro di te in studio, e poi il tempo passa e lascia che tutti i tuoi demoni arrivino e dicano che non sei abbastanza bravo . Tutte le canzoni sono merda.

HATCHIE: Esattamente. Sì, ci stai solo pensando e continui ad ascoltarli di nuovo, come cercare di capire quale, quale dovrebbe essere il video e sei proprio come se pensassi troppo a tutto.

SAN MEI: Totalmente.

HATCHIE: Come procedi, perché so che ti piace scrivere un po'... in particolare con, penso che lo sia Rubami, sull'ansia? Non so, immagino, come ti senti ad essere super onesto e a mettere quel tipo di sentimenti negativi, spesso legati a un tipo di stato di cattiva salute mentale, come ti senti a metterli nelle canzoni e a dover essere davvero onesto con questo? Ti senti come se avessi messo un po' di scudo e non cedessi al 100%? O ti senti come se avessi messo tutto in gioco con i tuoi testi?

SAN MEI: Ehm, beh, questa è una domanda carnosa. Beh, in realtà è la prima volta che immagino, o forse negli ultimi due anni, che mi sentivo più a mio agio e più desideroso di parlare di queste cose. Sono sempre stato tipo, voglio che la mia musica sia, tipo, abbastanza positiva e aiuti le persone a sfuggire a cose del genere. Questo è ciò che amo della musica. Dico, non voglio entrare con questi... e c'è il rischio di suonare un po' drammatico o emo o, sai, minaccioso, cosa che sinceramente non voglio mettere fuori quell'atmosfera. Ma immagino di aver appena, è sicuramente un mio caso di abbassare la guardia e di essere più vulnerabile. E in realtà, rendersi conto che le persone si sentono meno sole quando dici loro che stai vivendo cose che tutti noi abbiamo sperimentato, capisci?

HATCHIE: Totalmente!

San Mei

SAN MEI: Quindi, sì, quei temi più oscuri. Immagino che non volevo che fosse deprimente, suppongo. Quindi, sì con le cose di produzione. La produzione è un po' cupa, ma ha ancora energia, e mi piace sempre avere una sorta di determinazione nei testi.

HATCHIE: Sì, ho capito. Sento che, in particolare con questo album, a volte può sembrare davvero melodrammatico. Ed è decisamente come, è stato bello togliermela di dosso, ma mi fa venire voglia di girare in una direzione diversa con il prossimo album, perché sono tipo, 'Ok, passiamo a qualcosa di un po' più spensierato e un po' più felice ora", perché è come se sarebbe davvero estenuante metterlo lungo la linea.

SAN MEI: Sì, questo è ciò che è bello però, della musica, puoi scrivere di così tante diverse stagioni della tua vita. E c'è un tempo per farlo. E poi un momento per... che cos'è? Un tempo per piangere e un tempo per ballare. A proposito di testi, ho letto che hai lavorato sodo per far crescere la tua scrittura dei testi. E mi chiedevo se c'era qualcos'altro in questo album con cui ti stai spingendo consapevolmente? Come dal punto di vista sonoro o? Altro che testi.

HATCHIE: Sì, volevo davvero esplorare come potrei usare la mia voce come più di uno strumento. Quindi ci sono molte parti nell'album in cui sto solo cantando, sai, non cantando parole, volevo fare un po' di più. E penso che anche il fatto di aver collaborato molto a questo più di quanto non abbia fatto in passato, penso che quattro canzoni provengano da sessioni di scrittura, e il resto, quasi tutte hanno una sorta di input da qualcun altro.

Considerando che con il primo disco, volevo davvero che fosse il più possibile solo per me. Quindi il mio primo disco è molto simile a come hai menzionato, usiamo molte delle radici originali e abbiamo usato molte delle cose originali che ho fatto nelle demo per farlo suonare il più fedelmente possibile. Mentre con questo, tipo, ho semplicemente respinto tutto e ho pensato, 'facciamo solo ciò che è meglio per la canzone, non mi interessa di chi sia l'idea. Se è l'idea migliore, allora andiamo con essa.' Direi che è decisamente grande, e imparare a lasciar andare l'ego quando si tratta di questo è una cosa importante. Quindi sì, questa è una delle principali differenze.

SAN MEI: Sì, lo trovo davvero difficile. Non sono un grande collaboratore. E ho scoperto che in realtà è un'esperienza straordinaria quando qualcun altro può portare il carico con te. Condividi quel peso di like, creando la canzone fino alla fine, ma è difficile, soprattutto quando non vuoi lasciare andare il controllo.

HATCHIE: Totalmente. Hai fatto molte sessioni diverse da quella che abbiamo fatto noi?

SAN MEI: Ho iniziato davvero a dedicarmi alla co-scrittura, non molto tempo prima di scrivere con voi ragazzi. Sì. E l'ho trovato bello. Ma l'ho trovato piuttosto estenuante. E penso di essere bravo a lavorare da solo. Ovviamente quel tipo di sfida è così bello da spingerti come cantautore. Penso di essere diventato più vulnerabile, in un ottimo modo. Va bene per essere vulnerabile dal farlo. Anche se per me sembra ogni volta una sfida. Ma penso che probabilmente è proprio come un muscolo che devi lavorare.

HATCHIE: Sì è vero. È un buon punto. Penso decisamente che siano così estenuanti. Non so come la gente faccia due back-to-back in un giorno. Mi sembra orribile. Soprattutto se è qualcuno che non hai mai incontrato prima, c'è anche un grande elemento sociale.

SAN MEI: Sì, perché devi connetterti emotivamente con qualcuno. È enorme.

HATCHIE: Lo so. Totalmente. Sicuramente ci vuole un po' per entrare. Ed è, sicuramente, flettere un muscolo diverso che non hai mai fletto prima, in particolare se hai scritto solo da solo. Sono decisamente in soggezione nei confronti delle persone che scrivono costantemente sessioni di scrittura, perché richiede molta energia e molte capacità intellettuali. E sì, molta vulnerabilità.

Ho una domanda per te. Quindi sono nel bel mezzo dell'organizzazione del lancio del mio album. E stiamo parlando di se voglio che qualcuno si esibisca, o mi piace chi voglio fare il DJ. Se dovessi avere un grande lancio di EP? Chi sarebbe il tuo massimo? Chi vorresti che DJ aggiungesse o suonasse? E può essere come qualcosa di impossibile, come vivo o morto.

SAN MEI: Haha, come se il mio eroe mi stesse supportando per il lancio del mio EP. Oh. Questa è una domanda davvero difficile.

HATCHIE: È difficile perché non lo so, è difficile pensare a chi suonare nel mio. Immagino, sto solo guardando le persone a cui piacciono i miei coetanei la cui musica è un po' nello stesso mondo della mia. Ma poi anche alcune persone che non sono proprio le stesse a cui portare un'energia completamente nuova.

SAN MEI: Sì... *Sospiro*

HATCHIE: Va bene se è troppo difficile.

SAN MEI: È solo una domanda davvero difficile. Oh, mi sembra che ci siano così tante persone, così tanti artisti. Vai tu per primo!

HATCHIE: Beh, non lo so, penso che noi… non voglio proprio dirlo, perché il mio non è stato ancora annunciato. Mi sento come se non sapessi dirlo, ma sono sicuro che verrà comunque annunciato presto. Il mio è quando siamo a Los Angeles e penso, voglio dire, niente è confermato, ma stiamo solo parlando con alcuni dei nostri amici di Los Angeles che sono anche musicisti. Ma penso che il massimo per me sarebbe come... Voglio dire, so che ti piacciono anche gli Horrors. E penso che sarebbero uno per me...

SAN MEI: Oh yes!

HATCHIE: Sì, come Tom. Tom Furse degli orrori DJ molto al Cave Club e altre cose. Quindi penso che qualcuno del genere, a cui piace, anche come il DJing del vinile, sarebbe davvero bello cambiarlo con alcune persone che stanno facendo il DJ con cose nuove, immagino.

SAN MEI: Sai chi sarebbe fantastico!? È divertente pensare che suonino per il mio lancio, ma facciamo finta. Lupo Alice, penso. Penso che sarebbe un set da DJ killer, o ovviamente un set da band killer. Penso che alcune cose davvero interessanti verrebbero fuori da un DJ set di quei ragazzi.

HATCHIE: Sì, è bello. Sento che hanno interessi e influenze davvero eclettici. I quattro sembrano davvero molto diversi l'uno dall'altro. Quindi sono sicuro che, a seconda di chi hai fatto il DJ, avresti un tipo di DJ set molto diverso.

SAN MEI: C'è una loro canzone che mi ricorda te, ma come si chiama? Cancellare i baci? Non eliminare i baci?

HATCHIE: O si! Oh, è un complimento così grande. Grazie. Sì, è come la loro canzone migliore.

SAN MEI: Sì, è fantastico. Oh, e qualcuno che amo così tanto Cherry Glazerr.

HATCHIE: Oh, bravo!

SAN MEI: In realtà ho dovuto fare una sessione di scrittura su zoom con lei e lei, come la sua personalità, è incredibile come pensi. È la persona più simpatica e divertente, la amo così tanto.

HATCHIE: Questo è figo. Allora, com'è stato durante una sessione di scrittura su zoom, perché non ho fatto niente del genere e ho paura di loro?

SAN MEI: Ehm, è piuttosto spaventoso. Ma è, non è diverso dal di persona in cui devi dire "Ok, facciamo un'idea". Quindi ho avuto una piccola idea di introduzione. E poi stiamo entrambi lavorando sulla logica e poi tipo, e-mail. Quindi è piuttosto lento, ovviamente, farlo in quel modo.

HATCHIE: Sì, è quello che mi sono sempre chiesto.

SAN MEI: Sì. Ma un'altra volta ne ho fatto uno con qualcuno. E in un certo senso ha preso il comando con la produzione. E poi dicevo "Oh, prova questo" e suonalo o suonalo con la chitarra. E poi l'ha messo giù. Quindi è stato probabilmente un po' più facile di me e di lei, mandare le cose avanti e indietro. Ma no, direi che è più difficile. Ma si. È una bella sfida.

HATCHIE: Per la tua prossima registrazione, che si tratti di un EP o di un album, ci sono strumenti da sogno con cui ti piacerebbe coinvolgere e con cui non hai mai registrato o suonato?

SAN MEI: Beh, non ho mai usato gli archi in nessuna delle mie canzoni. E non ho sempre saputo davvero come incorporarlo nella mia musica e non l'ho mai voluto davvero, ma credo di aver ascoltato le corde della musica e di aver sentito gli amici che le usavano e mi sono detta "È così bello". C'è il rischio di suonare, immagino, troppo drammatico. Ma c'è un modo in cui penso di farlo che è solo, è solo uno strumento bellissimo, sai, emotivo. Penso che sarebbe bello in qualche modo lavorarci dentro. E tu?

HATCHIE: Sì, voglio dire, immagino che mi piacerebbe avere un violoncello dal vivo perché ho suonato molto come gli archi di synth e un po' come ricreare gli archi nei programmi ma non vivo mai nella stanza. Quindi mi piacerebbe avere un vero violoncello o un'arpa è importante per me.

SAN MEI: Oh si! Oh, conosco un buon arpista se ne hai bisogno!

HATCHIE: Oh veramente? Bene! Lo terrò nella manica. Sono lo stesso di quello che hai detto sulle stringhe. Come se non avessi idea di come lo incorporo. A parte uno svolazzo qua e là, penso che sarebbe bello provare a scrivere perché è così estraneo anche a me.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Hatchie (@hihatchie)

SAN MEI: Sì. Penso che potrebbe funzionare. Penso che tu debba renderli non troppo belli. O cinematografico. È come se li avesse fottuti un po'.

HATCHIE: Sì, è vero, in realtà. Buon punto.

SAN MEI: Ma arpa! Penso che sarebbe così angelico.

HATCHIE: Un giorno. Sì.

SAN MEI: Avevo una domanda. Voglio dire, è una domanda un po' noiosa, ma sono curioso, quante canzoni avevi come opzioni per l'album?

HATCHIE: Sì, e come ho fatto questo processo? Uhm, è difficile, perché penso che alcune persone definiscano le canzoni come piccole idee, anche come una strofa e un ritornello. Mentre, di solito penso a una canzone come a una canzone completa. Quindi, in termini di demo di idee, probabilmente ne avevo circa, direi, almeno 30. Ma poi, penso, con questo, lavorerei davvero e lavorerei su un demo su una canzone finché non fosse un vero e proprio canzone, invece di dire "Oh, questa piccola idea, passerò alla prossima". Come se mi piacerebbe davvero lavorare solo per migliorare noi stessi fino a quando non fosse abbastanza buono.

Sì. E spesso incorporavo anche due idee diverse in una canzone perché le amavo così tanto, che volevo che ognuna trovasse una casa. Quindi il processo è stato un po' come, suppongo, lavorare su una canzone finché non ho sentito davvero che non c'era nessun posto dove portarla, e poi mi piacerebbe metterla nel mucchio. È stato sicuramente difficile però. Ci sono stati momenti in cui penso, in cui ho... Come una canzone Canzone della domenica, che è, credo, verso la fine del disco, non avrei indossato fino a quando non mi sono reso conto che il resto delle canzoni aveva bisogno di questo per bilanciarlo. E per rinfrescarlo un po' perché è un po' più leggero e carino rispetto alle canzoni più oscure e pesanti del disco e ho sentito che aveva bisogno di quella luce. Ed è anche un po' simile ad alcune delle mie vecchie canzoni come il mio vecchio sound, quindi ho pensato che fosse un bel regalo anche per le mie band preesistenti incorporarlo nell'album. Ma sì, è un processo difficile. Come procedi?

SAN MEI: Sono abbastanza simile in quanto non prendo un mucchio di idee diverse e dico: "Oh, vediamo quali funzioneranno". Sono molto simile, sono piuttosto cattivo. E se non sono ispirato nei primi 30 secondi di quello che ho scritto, sono tipo "Nah, non può essere". Quindi sono lo stesso. Preferirei lavorare su una canzone intera e renderla il più bella possibile. E non so se sia necessariamente una cosa negativa. So che la gente lo dice. "Dovresti sempre finire una canzone che inizi", ma io sono tipo, non ho tempo per sedermi lì e lavorare su qualcosa che odio e non posso portare da nessuna parte. Sai, non perderò tempo. So quando andare avanti, credo.

HATCHIE: Sì, penso sia importante sapere quando andare avanti. Penso che anche questa sia una buona abilità. Così come sapere quando c'è un piccolo barlume di speranza ed essere come "Ok, beh, non riesco a sentirlo ora, ma so che ha del potenziale, quindi andrò avanti". O essere in grado di dire semplicemente 'Nah, questo è stato un buon esercizio, ma non ne ho bisogno'.

SAN MEI: Sì, è difficile. Oh, prima che me ne dimentichi, ho avuto questa domanda sulle canzoni. Quando hai finito come mixare e tutto è masterizzato e tutto... Hai scritto qualche canzone dopo? Eri tipo "Oh, sarebbe stato bello l'album"? Perché so che hai finito di registrarlo poco fa. Quindi è saltato fuori qualcosa tra loro?

HATCHIE: Sì, ho sicuramente avuto alcune canzoni che ho scritto negli ultimi sei mesi che dicevo "Sarebbe davvero bello per l'album, ma è troppo tardi". È completamente fatto e pronto per essere. Era come, sai, è già stato premuto. Quindi sì, non c'è niente da fare. Quindi sì, c'è sicuramente un po' di questo, ed è parte del motivo per cui ho davvero paura di ricominciare a scrivere quando ho finito un disco perché sono tipo, ma cosa succede se scrivo qualcosa che mi piace di più e non c'è niente che potrei fare. Non voglio essere quella persona che cancella i propri dischi più e più volte, perché continuano ad andare avanti. Quindi sicuramente mi ha dato un po' di like, non so, mi stavo impedendo di continuare a scrivere perché ero così spaventato che accadesse. e tu?

SAN MEI: È bello, però. Beh, lo stavo solo dicendo, che va bene. Che tu sia ancora così ispirato e motivato dalle tue canzoni che stai ancora creando un lavoro fantastico che probabilmente sta solo migliorando sempre di più. Quindi forse prendilo come un buon segno. Non come 'Oh, avrei dovuto metterlo nell'album', ci sarà così tanto buon materiale in arrivo per qualunque cosa sia la prossima cosa.

HATCHIE: Sì, è molto vero. Spero solo che significhi che il prossimo sarà ancora meglio. Il che mi rende così pronto per iniziare il prossimo. Sono così pronto per fare l'album tre e l'album due non è ancora uscito.

SAN MEI: Sì. È fantastico. È eccitante!

HATCHIE: Sì, decisamente. Trovi che sia successo con te con questo EP, o ti sei addolcito un po'.

SAN MEI: Sì, in realtà, ero abbastanza contento dell'EP. In un certo senso... dopo averlo finito e, sai, c'è stato un po' di tempo, non è mai stato il momento giusto durante il COVID e tutto per pubblicarlo. E poi solo alcune cose personali, e sentendomi esausto anche per il mio progetto San Mei, mi sono preso una pausa e ho smesso di scrivere, il che suona male, ma avevo solo bisogno di una pausa perché era tutto legato emotivamente a me con solo cose nella mia vita.

Sì, stavo spingendo così tanto con questo progetto, ed ero proprio come se avessi finito. Sono così felice di queste canzoni che ho registrato e messo insieme e sì, avevo solo bisogno di una pausa e ho appena iniziato a scrivere altri tipi di musica, cosa che non avevo mai fatto perché ero così tipo 'Oh io 'devo far succedere questa cosa'. Quindi non ho nessuno che penso andrebbe lì che metterei lì. Ma sicuramente, dopo aver avuto un po' di pausa, ho scritto alcune canzoni e penso che potrebbe essere interessante se e quando andrò a fare un altro ciclo. O il prossimo corpo di lavoro.

HATCHIE: Sì, verrà il momento e chissà che potresti sentirti completamente diverso riguardo alle cose che stai facendo ora. Ho un altro tipo di stupido da chiedere. Cosa chiedi al tuo pilota e c'è qualcosa sul tuo pilota dei sogni?

SAN MEI: Oh! Sì! Non riesco a ricordare, è cambiato così tanto!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da SAN MEI (@sanmeimusic)

HATCHIE: Oh, anche il mio!

SAN MEI: Penso che uno degli ultimi fosse come un piatto di carne. Perché io e i ragazzi amiamo i salumi, come un vassoio di formaggi. È divertente perché il mio manager, ama il Prosecco, quindi chiede tipo quattro bottiglie di Prosecco, e come se non fossimo nemmeno così entusiasti, ma lui dice, ho bisogno di Prosecco. Ok, due cose che voglio nel mio pilota sono uno chef personale e una massaggiatrice.

HATCHIE: Oh mio dio, certo!

SAN MEI: Immagina di fare un massaggio.

HATCHIE: Soprattutto in un lungo tour se sei stato molto seduto in macchina o in aereo!

HATCHIE: Mi piacciono entrambi per motivi diversi. Siamo rimasti più sulla costa occidentale perché ovviamente ci sono più musicisti e più industria musicale lì. In termini di lavoro lì, perché un giorno voglio davvero scrivere musica per altre persone.

SAN MEI: Fresco!

HATCHIE: È come, il mio sogno. Ma New York è molto più comoda perché ovviamente non hai bisogno di un'auto con la metropolitana e penso che l'affitto sia più costoso ma è più facile trovare cibo a buon mercato. E abbiamo più amici a New York. Come amici intimi, intimi e migliori a New York.

SAN MEI: Oh, è fantastico.

HATCHIE: Sì! Ma adoro il clima a Los Angeles perché è abbastanza simile a Brisbane e mi piace il fatto che sia molto suburbano, mi sembra che sia un po' meno scoraggiante della città per me. Hai una zona preferita in America?

SAN MEI: Um, io sono una grande ragazza di Palm Springs come Yellowstone, a cui siamo andati un paio di anni fa.

HATCHIE: Oh cool!

SAN MEI: Sono decisamente più interessato alla natura, disteso, puoi respirare un po' di cose.

HATCHIE: Si, anch'io. Penso che sia decisamente calmante per le nostre menti ansiose. Può essere così opprimente, specialmente a New York.

SAN MEI: Dove avete intenzione di risiedere?

HATCHIE: Ci sposteremo. Stavamo pensando a Los Angeles ma non ne siamo sicuri ora perché torneremo qui per gli spettacoli nel frattempo, quindi salteremo in giro per sei mesi. Non credo che avremo un indirizzo fisso per sei mesi, il che è davvero spaventoso per me. Mi piace sentirmi davvero con i piedi per terra, ma penso che sia qualcosa che devo fare per uscire dalla mia zona di comfort ed essere aperto a ogni opportunità immagino.

SAN MEI: Sì, è eccitante da fare.

HATCHIE: Sì! Non posso assolutamente lamentarmi. ti vedi stare sulla Gold Coast?

SAN MEI: Uhm, per ora, non c'è davvero nessun posto in Australia in cui mi piacerebbe trasferirmi. Penso che se dovessi trasferirmi sarebbe probabilmente all'estero. Ma non ci sono piani. Sarebbe più l'ideale. Non voglio davvero trasferirmi a Melbourne o Sydney, quindi Goldy per ora è piuttosto cool.

HATCHIE: Il Goldy è fantastico, mi piace il Goldy.

SAN MEI: Immagino che dovremmo concludere perché siamo stati a fare il pieno di gas per anni.

HATCHIE: Oh wow sì che abbiamo. Va bene dolce!

 

Regalare il mondo e In Comes The World sono entrambi fuori ora.

Foto fornite