interviste

I First Beige nel loro brillante album di debutto 'Doplar'

Primo Beige

Se ti piace il divertimento, probabilmente sei già un fan di First Beige. In caso contrario, ti sei unito alla festa giusto in tempo per il loro disco di debutto.

Primo Beige sono facilmente uno degli outfit più vivaci usciti da Meanjin/Brisbane negli ultimi tempi, condividendo la loro sete di ballerine eclettiche con ogni angolo del globo.

I sei pezzi hanno appena pubblicato il loro primo disco Dopla, un'esibizione di otto tracce di tutto ciò che c'è di buono nella danza sonora.

Ci siamo incontrati con Julie della band per parlare del nuovo album, della sua interpretazione e di quale film avrebbe riscritto la colonna sonora se ne avesse avuto la possibilità.

Prima fascia beige

FELICE: Mi sono innamorato per la prima volta di First Beige quando l'ho sentito Voci, è così jazz e divertente. Molti di voi hanno un background in musica classica o jazz? 

GIULIA: Alcuni di noi hanno un background in musica classica o jazz, ma la maggior parte delle volte ci limitiamo a farlo ahahah.

FELICE: Hai un ricordo divertente o salutare preferito di un concerto finora? 

GIULIA: Uno che mi viene in mente è una sessione dal vivo per la quale abbiamo fatto Prodotti da forno al BigSound 2019, stavamo registrando un video dal vivo per Macchina degli Oscar ma suonando un concerto a 300 metri lungo la strada subito dopo la sessione. Dopo la ripresa finale del video, abbiamo avuto circa 7 minuti per fare le valigie e correre lungo la strada con tutta la nostra attrezzatura per fare lo spettacolo. Così stressante ma così divertente!!  

FELICE: Congratulazioni per il nuovo album! Dove ha fatto il nome Dopla vieni?  

GIULIA: Avevamo molte idee per il nome dell'album, penso che ci piacesse l'idea che fosse correlato al suono, avevamo originariamente "Doppler" basato sul fenomeno sonoro "The Doppler Effect", ma volevamo personalizzarlo, quindi siamo atterrati su Dopla.  

Prima fascia beige

FELICE: Che tipo di musica ascoltavi mentre scrivevi l'album? 

GIULIA: Tutta una serie di cose! Un sacco di balli dance, un sacco di soul e funk e un sacco di roba tipo cantautore. In termini di suono, gran parte della produzione è stata davvero ispirata dal dub, volevamo che fosse spazioso e avesse molti delay e riverberi organici.  

FELICE: Attraverso il tempo il video era un concetto davvero interessante, da dove è venuta quell'idea? 

GIULIA: Il concetto si è rivelato in un certo senso a noi dopo che penso... sapevamo che avremmo fatto alcune cose in 3D e alcuni concetti di tempo libero ma, di giorno, ci siamo semplicemente scatenati, abbiamo filmato e registrato le canzoni attraverso l'arvo fino a notte fonda. Solo un po' più tardi il regista Tom ha deciso di scansionare l'edificio e costruire il mondo 3D intorno al concetto di tempo.  

FELICE: ho letto che Diverso da te è stato scritto pensando a un tramonto. Immagini del genere fanno spesso parte del tuo processo di scrittura e registrazione delle canzoni? 

GIULIA: Ci piace sicuramente avere un concetto forte per ogni canzone, ci sono sicuramente idee del genere in mente nel processo di scrittura. Ad esempio, se volessimo scrivere qualcosa da clubby da suonare nei set a tarda notte, scriveremo una traccia per quello o se vogliamo una traccia per i momenti più lenti del set ci penseremo di più in quel modo. Dipende solo da ciò che stiamo provando in quel momento.  

FELICE: Non so perché, ma ricevo le vibrazioni della colonna sonora dei film da molta della tua musica. Se potessi riscrivere la colonna sonora di un film, quale sarebbe? 

GIULIA: Hmmmm, è difficile, stranamente la prima cosa che mi viene in mente è Non è un paese per vecchi. Sento che c'è molto spazio su cui lavorare in quel film e potresti essere super minimale e suggestivo con la tua scrittura.

Doplar, l'album di debutto dei First Beige è disponibile su tutte le principali piattaforme di streaming. Assapora l'album sotto.

Intervista di Lochie Schuster.