World

Un piccolo mammut lanoso di 35,000 anni è stato trovato da un cercatore d'oro

Un cercatore d'oro si imbatté accidentalmente nel mammut lanoso meglio conservato mai trovato in Nord America.

A quasi perfettamente conservato baby mammut lanoso è stato trovato nello Yukon, in Canada, e si pensa che abbia più di 30,000 anni.

Nun cha ga è stata dissotterrata prima di ricevere una benedizione dagli anziani del gruppo della prima nazione, Tr'ondëk Hwëch'i.

fossile di mammut lanoso
Credito: governo dello Yukon

Il mammut lanoso mummificato era chiamato Nun cho ga, che significa “grande cucciolo di animale” in lingua Hän (la lingua parlata da l'Hän Hwëch'in), ed è stato estratto dal permafrost nei giacimenti auriferi del Klondike in condizioni incredibili.

La giovane femmina mammut rappresenta la scoperta dell'era glaciale meglio conservata mai trovata in Nord America.

Il paleontologo dello Yukon, il dottor Grant Zazula, ha detto: “Come paleontologo dell'era glaciale, è stato uno dei miei sogni per tutta la vita trovarmi faccia a faccia con un vero mammut lanoso. Quel sogno si è avverato oggi",

“Nun cho ga è bellissima e uno degli animali mummificati dell'era glaciale più incredibili mai scoperti al mondo. Sono entusiasta di conoscerla di più”.

suora cho ga
Credito: AFP

Zazula ha detto che il mammut, che misura solo 140 cm di lunghezza, aveva solo 30-35 giorni circa quando morì tra 35,000 e 40,000 anni fa.

Il governo dello Yukon e Le persone di Trʼondëk Hwëchʼi dicevano che Nun cho ga avrebbe vagato per la terra con cavalli selvaggi, leoni delle caverne e giganteschi bisonti delle steppe.

Tr'ondëk Hwëch'in Chief Roberta Joseph ha commentato la scoperta: "Non vediamo l'ora di collaborare con il governo dello Yukon sui prossimi passi nel processo per andare avanti con questi resti in un modo che onori le nostre tradizioni, cultura e leggi", 

“Siamo grati per gli anziani che ci hanno guidato finora e per il nome che hanno fornito.

"Ci impegniamo a gestire con rispetto Nun cho ga poiché ha scelto ora di rivelarsi a tutti noi".